PILLOLE ENERGETICHE: Gas, le novità introdotte per un mercato più equo

L’Autorità, con la delibera 147/2019/R/GAS, ha riformato il processo di conferimento di capacità ai city gate introducendo una serie di disposizioni volte a semplificarlo.

Tale riforma costituisce un elemento essenziale per lo sviluppo del mercato, in quanto rimuove le distorsioni che avvantaggiano le posizioni dominanti a livello locale: prevede la copertura dei costi di trasporto in funzione delle caratteristiche di prelievo di ciascun cliente, ponendo così tutte le aziende di vendita gas nelle medesime condizioni rispetto al costo di trasporto da sostenere per la fornitura di un nuovo cliente, rimuovendo pertanto gli ostacoli alla contendibilità dei clienti finali.

In pratica, dall’1 ottobre 2020, la capacità non deve più essere richiesta dall’Utente del bilanciamento (UdB) e il conferimento si perfeziona in modo automatico, nel momento in cui nel Registro Centrale del Sistema Informativo Integrato (SII) viene certificata la “relazione di corrispondenza” che definisce, per ciascun punto di riconsegna (PdR) presente nel contratto di distribuzione di un Utente della distribuzione (UdD), a quale UdB debbano essere ricondotti i prelievi.

Le quantità conferite sono determinate sulla base delle sole caratteristiche dei PdR serviti su rete di distribuzione dagli UdD: consumo annuo, profilo di prelievo e frequenza di misura.

In particolare, la delibera 147/2019/R/gas prevede:

– la definizione di prelievo convenzionale massimo di un PdR;

– la definizione di capacità convenzionale del punto di prelievo tenendo conto della contemporaneità dei consumi e convertendo il valore di “consumo” in “capacità”;

– la capacità conferita a un utente del bilanciamento.

Vengono quindi superate le attuali procedure di cessione e trasferimento di capacità nei casi di sostituzione nella fornitura di un cliente finale allacciato alla rete di distribuzione (switching) e cancellati i corrispettivi per supero della capacità.

L’ARERA ha, inoltre, specificato che ulteriori aspetti implementativi della riforma verranno stabiliti con successivo provvedimento a seguito di un periodo di sperimentazione che Snam Rete Gas dovrà effettuare entro il 28 febbraio 2020.