NUOVO DECRETO MiSE: CLIENTI INDUSTRIALI E INTERROMPIBILITÀ TECNICA GAS

Lo scorso 30 settembre il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli ha firmato il decreto che definisce i meccanismi per i servizi di interrompibilità tecnica della fornitura di gas naturale per i grandi consumatori industriali.

Tale meccanismo riguarda i prelievi dalle reti di trasporto e di distribuzione del gas naturale per i soggetti che utilizzano il gas per fini industriali, nonché per la generazione elettrica, ma soltanto nel caso in cui sia funzionale al processo produttivo. Il periodo complessivo di possibile attivazione della misura sarà compreso tra il 1° novembre e il 31 marzo di ogni anno ed il Ministero, entro il 30 settembre di ciascun anno, indicherà all’Autorità i volumi massimi giornalieri da reperire tramite il servizio di interrompibilità ed il numero massimo dei giorni di attivazione.

Il MiSE ha stabilito, inoltre, che il servizio sarà attivato secondo due modalità in base alle tempistiche di preavviso relative all’attivazione e alla durata dell’applicazione:

preavviso di 24 ore con durata massima di tre giorni consecutivi;
preavviso di 48 ore con durata minima di tre giorni consecutivi e durata massima di 5 giorni lavorativi.
Relativamente agli utenti è stato stabilito che il servizio sarà offerto da consumatori allacciati sia alle reti di trasporto sia di distribuzione “purché dotati di adeguati strumenti utili a rilevare direttamente i consumi di gas e teleletti dall’impresa maggiore di trasporto, ovvero che si impegnino a rendicontare tali consumi con cadenza giornaliera su apposita piattaforma informatica predisposta” da Snam Rete e Gas.

In particolare, i clienti finali industriali autorizzati dovranno essere in grado di mettere a disposizione un quantitativo interrompibile:

individualmente pari a 50.000 Sm3/giorno per singolo sito. In questo caso la partecipazione è diretta;
almeno pari a 5.000 Sm3/giorno per singolo sito. In questo caso la partecipazione avviene attraverso soggetti aggregatori che associano questi clienti industriali per un quantitativo complessivo almeno pari a 50.000 Sm3/giorno.
Pubblicato il Decreto ora occorrerà attendere che l’Autorità emani una Delibera che ne dia applicazione, nella quale è ragionevole pensare che sarà specificata la definizione dei “soggetti aggregatori”.

Il Decreto ha inoltre specificato che l’applicazione della procedura sarà affidata all’impresa maggiore di trasporto (Snam Rete Gas SpA) e che il servizio non sarà cedibile.

La responsabilità del cliente finale circa il mantenimento dell’impegno e l’effettiva riduzione dei consumi, saranno stabilite con apposito Regolamento, approvato con deliberazione dell’Autorità, su proposta di Snam e sentito il Ministero.

Infine, il Decreto specifica che il servizio si inserisce nelle misure c.d. “non di mercato”, attivabili soltanto in caso di EMERGENZA, terzo e maggiore livello di crisi definito dal Piano di Emergenza del sistema italiano del gas naturale.

Sinergia Consulting tiene costantemente monitorato il sito dell’ARERA per aggiornarvi tempestivamente sulla pubblicazione del Regolamento e per poter cogliere questa opportunità dalla prima data utile.