NUOVI OBBLIGHI PER LE AZIENDE ENERGIVORE

Il D.Lgs 14 luglio 2020 n. 73 per l’attuazione della direttiva UE 2018/2002 sull’efficienza energetica apporta importanti modifiche al precedente D.Lgs 102/2014. Il nuovo decreto stabilisce diverse misure per il miglioramento dell’efficienza energetica finalizzate all’obiettivo di risparmio energetico nazionale “e che contribuiscono all’attuazione del principio europeo che pone l’efficienza energetica al ‘primo posto’ ”.

Tra le principali novità, segnaliamo un obbligo più stringente per le aziende energivore che ora dovranno dare attuazione concreta ad almeno uno degli interventi di efficienza individuati dalle diagnosi energetiche (eseguite sempre con cadenza quadriennale), realizzando l’intervento entro la diagnosi successiva. In alternativa l’azienda può scegliere di adottare un Sistema di Gestione dell’Energia conforme alla norma ISO 50001 sempre rispettando l’arco temporale che intercorre tra una diagnosi e la successiva.

Per le imprese ad elevato consumo di energia che non rispettano tale obbligo è prevista ora una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 10.000 euro.

Rimane la sanzione nel caso si riscontri la non esecuzione della diagnosi (fino a 40.000 euro) con l’obbligo di eseguire comunque la diagnosi entro il termine di 90 giorni, che se non rispettato porta ad un’ulteriore sanzione (fino a 15.000 euro). Nel caso invece, la diagnosi energetica sia stata eseguita ma non rispetti i requisiti minimi previsti dalla norma, si è soggetti comunque ad una sanzione fino a 20.000 euro.

Sinergia Consulting offre ai propri clienti le competenze dei professionisti della propria Area Efficienza per la redazione della diagnosi energetica e per portali alla certificazione ISO 50.001 “Sistema di Gestione dell’Energia”, oltre a quella della sua Area Energivori per quanto riguarda l’eventuale presentazione di una nuova pratica e il perfezionamento delle pratiche in corso che hanno necessità di correzioni. Sinergia è una società ESCo certificata 11352.