PILLOLE DI APPROFONDIMENTO: il 3° livello di tutela e la nuova procedura decisoria

Il 21 settembre 2017, con la Delibera 639/2017/E/com, l’AEEG ha approvato la DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DECISORIA PER LA RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE, tra clienti o utenti finali e operatori o gestori, non risolte in sede conciliativa.

ENTRATA IN VIGORE: La riforma del sistema delle tutele dal sarà operativa dal 01 gennaio 2018.

I LIVELLI DI TUTELA

La riforma del sistema delle tutele è costituita da 3 livelli:

  • primo livello→ RECLAMO al proprio Trader energetico;
  • secondo livello→ CONCILIAZIONE: nel caso non si ottenesse risposta al primo livello o quest’ultima non fosse soddisfacente. E’ un passaggio obbligatorio per un eventuale ricorso al giudice (rif. nostra news 28/09/2017);
  • terzo livello→ PROCEDURA DECISORIA: nel caso non si trovasse una soluzione con la conciliazione è l’Autorità che deve decidere presentando un’Istanza.

IL TERZO LIVELLO

Il terzo livello sarà alternativo al ricorso all’Autorità giudiziaria, fermo restando il diritto alla tutela giudiziaria dinanzi al giudice amministrativo anche dopo il suo esito.

L’ISTANZA DEL TERZO LIVELLO, pena la non accettazione della domanda stessa, DOVRÀ:

  • -avere caratteristiche formali
  • -dettagliare termini non derogabili
  • -avere un oggetto ben preciso relativo alla definizione delle controversie non risolte in sede conciliativa
  • -non essere relativa a richieste quali il recupero crediti o le questioni di livello tributario e fiscale.